Tu sei qui

Elezioni Politiche del 4 marzo 2018

Contenuto in: 

Elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica di Domenica 4 marzo 2018

Oggetto della consultazione elettorale

Con decreti del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2017 sono stati convocati i comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per domenica 4 marzo 2018.

 

Sedi ed orari

I seggi del Comune di Mirto siti in Via Provinciale n. 65 (Scuole Elementari) saranno aperti per l’esercizio del voto domenica 4 marzo 2018.
Per votare occorre presentarsi con la tessera elettorale e un documento d’identità valido.
In caso di smarrimento della tessera elettorale è possibile richiedere il rilascio di nuova tessera presso il Servizio Demografico, per il quale saranno previste anche aperture straordinarie in aggiunta agli orari normali di apertura al pubblico .

 

Aperture straordinarie

Allo scopo di garantire l’immediato rilascio, entro 24 ore dalla relativa richiesta, delle certificazioni inerenti la presentazione delle liste  per le elezioni gli uffici comunali elettorali saranno aperti domenica 28 gennaio e lunedì 29 gennaio  dalle 8.00 alle 20.00 e saranno, altresì, aperti nelle giornate di giovedì 25  – venerdì 26 e sabato 27 gennaio anche nelle ore pomeridiane.

 

Agevolazioni per disabili

Nei seggi del Comune di Mirto siti in Via Provinciale n. 65 (Scuole Elementari) sono assenti le barriere architettoniche.  
E’ possibile l’esercizio del voto a domicilio per elettori affetti da infermità tali da renderne  impossibile l’allontanamento dall’abitazione.
E’ possibile l’esercizio del voto assistito per gli elettori affetti da gravi difficoltà fisiche (ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da gravi impedimenti agli arti superiori che non consentono di esprimere autonomamente il voto).

 

Voto cittadini italiani residenti all’estero

I cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle specifiche liste elettorali, votano per corrispondenza.

Quella del voto per corrispondenza è la modalità ordinaria di voto. In alternativa il cittadino italiano residente all’estero può optare, entro il termine fissato dalla legge, per votare in Italia, presso le sezioni elettorali del comune nelle cui liste elettorali è iscritto, per i candidati che si presentano nelle circoscrizioni e regioni del territorio nazionale. L’opzione si esercita con una comunicazione scritta indirizzata al Consolato di residenza entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello previsto per la scadenza naturale della legislatura o, in caso di scioglimento anticipato delle Camere o di indizione di referendum popolare, entro il decimo giorno successivo alla indizione delle votazioni (a decorrere dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del relativo decreto di indizione). (Modulo per la richiesta di voto in Italia per i cittadini italiani residenti stabilmente all’estero (iscritti all’AIRE).

I cittadini italiani  temporaneamente all’estero (per motivi di studio, lavoro o cure mediche) possono votare per corrispondenza purché presentino domanda al Comune di iscrizione nelle liste elettorali entro il 31 gennaio 2018 (Modulo opzione voto) .